Perchè si usano i solfiti nel vino? I solfiti hanno una duplice funzione: 1) Antiossidante: si legano alla molecola di ossigeno evitando che questa reagisca con altre molecole. La stessa funzione antiossidante può essere sostituita dall’alcool, dai tannini e anche da virtuose pratiche in cantina. 2) Antisettica: sono in grado di tenere sotto controllo la proliferazione di microrganismi, batteri e lieviti che possono influire negativamente sulla qualità del vino. La stessa funzione può essere sostituita da pratiche enologiche corrette. Perchè i solfiti fanno male? I solfiti sono particolarmente dannosi per le persone che manifestano sensibilità alla presenza di queste sostanze. Possono provocare svariati sintomi qualiRead More →

FederBio: anche in Italia si punti a politiche a sostegno del settore Al Salone internazionale di Norimberga sono stati presentati i nuovi dati sull’andamento del biologico in Europa: un mercato che registra un +8% di crescita nel 2018 raggiungendo un fatturato di 40,7 miliardi di euro. Bologna, febbraio 2020 – Il biologico continua a crescere. Secondo i dati presentati in questi giorni a BioFach del Research Institute of Organic Agriculture (l’Istituto svizzero FiBL) e di IFOAM, la Federazione delle associazioni del biologico a livello mondiale, la superficie globale coltivata con metodo biologico ha fatto registrare un incremento di due milioni di ettari in un soloRead More →

Che cos’è la naturopatia? L’origine di questa parola viene da “natura” e dal greco “pathos” (sentire) e significa essere in sintonia con la natura, con i cicli naturali. Cuore della naturopatia è la ricerca del benessere della persona. Ognuno di noi è diverso dall’altro, ha una sua unicità che la naturopatia legge in chiave olistica. La naturopatia non si ferma ai sintomi, ma legge le condizioni di malessere in una visione complessiva dell’equilibrio fra corpo, mente e spirito. Attraverso questo approccio si individuano le cause del disagio e si agisce per aiutare la persona a ristabilire il proprio equlibrio psicofisico in modo naturale. Il campoRead More →

https://www.biogreengate.it/prodotto/scatola-quadrata-bio-3-scomparti-coperchio-incernierato-25-pz/ Ebbene si! Quest’anno abbiamo deciso di dedicarvi un’offerta speciale ad ogni mese! Per tutto Febbraio la nostra scatola a tre scomparti, con coperchio incernierato, realizzata in polpa di cellulosa è online ad un prezzo speciale! Adatta sia per uso in microonde che surgelatore, perfetta per take-away, biodegradabile e compostabile! Cosa aspettate? Non lasciatevela scappare!Read More →

Tra i prodotti più conosciuti nel mondo troviamo un prodotto modenese, l’aceto Balsamico Tradizionale di Modena DOP . Nasce dalla tradizione locale ma non tutti sanno come si produce. Con questo articolo vorrei parlare solo di questo prodotto spiegando tutto quello che sta dietro a questa produzione unica al mondo. Trattandosi di un prodotto DOP è necessario che tutte le fasi di lavorazione avvengano all’interno della provincia di Modena. L’aceto Balsamico Tradizionale di Modena deve essere di colore bruno scuro e lucente, si affina nei solai dove l’escursione termina stagionale alterna il caldo con il freddo. Le fasi della produzione. 1. L’uva L’uva deve essereRead More →

TECNICHE MANIPOLATIVE : il corpo, inteso come struttura fisica, è l’oggetto delle medicine che agiscono tramite le tecniche manipolative. Meccaniche solo in apparenza, queste “medicine a mani nude” considerano i muscoli e articolazioni vie d’accesso privilegiate agli organi interni ed al sistema nervoso centrale e ricorrono alle manipolazioni per intervenire a livelli più profondi. Oggi le tecniche più celebri sono la chiropratica e l’osteopatia, ma nel corso degli ultimi decenni si è assistito ad una vera proliferazione di tecniche affini (vertebroterapia, naprapatia, eziopatia, Touch for Health). Tutte queste tecniche si richiamano agli stessi principi, vale a dire l’idea del corpo umano come di un’unità, naturalmenteRead More →

FITOTERAPIA: L’uso delle piante per guarire malattie e disfunzioni è antichissimo e, in parte, rientra nel programma della naturopatia; tuttavia, la moderna fitoterapia non è tanto una terapia empirica nè alternativa, bensì una medicina che si serve di una metologia scientifica e molto attuale. CHE COS’E’: è un sistema di cura che cerca di stimolare il corpo a guarire, prescrivendo rimedi a base di erbe, fatti su misura per il singolo paziente. La moderna fitoterapia sfrutta la conoscenza della composizione chimica delle piante per impiegarne le attività farmacologiche, tossicologiche e cliniche. Almeno lametà dei farmaci di sintesi, infatti, è nata copiando le molecole naturali. AiRead More →

Quanta gente vi ricorre? Perchè hanno tanto successo? Quali sono? Quando è opportuno ricorrervi? Come fare a sceglierle? Secondo i dati ufficiali gli italiani che si curano con le medicine naturali con regolarità sono da 5 a 10 milioni e pare che la stima sale a circa 15 milioni se contiamo anche quelli che vi sono ricorsi almeno una volta. Nell’Unione Europea il 20-50% della popolazione sceglie omeopatia, erbe, agopuntura e tutte le altre, con punte in Francia dove ben il 50% ricorre regolarmente a queste terapie. Quali i motivi di tanto successo? Da un lato la medicina di stato va perdendo terreno: i farmaciRead More →

Purtroppo per anni abbiamo ritenuto che le risorse del Pianeta fossero inesauribili così come la capacità della natura di riassorbire gli inquinanti fosse infinita. Ora ci rendiamo conto del “conto”. Non possiamo più permetterci di ritardare decisioni coraggiose nell’uso e nell’ottimizzazione delle risorse. Storicamente, infatti, i sistemi di ottimizzazione climatica sono stati utilizzati fin da quando l’uomo ha cominciato a costruire. In Italia esistono ancora oggi grotte che grazie alla ventilazione naturale di cunicoli interni mantengono la temperatura ed il livello di umidità sempre costanti, i trulli sono costruiti come dei camini aumentando l’inerzia termica delle pareti e favorendo l’ascesa delle masse d’aria calda cosìRead More →

L’annata 2019 si caratterizza per un inizio dell’anno con clima mediamente più caldo e umido ma con una primavera con temperature sotto media. Questo ha fatto si che il ciclo della vite sia stato leggermente ritardato rispetto alle ultime annate. Successivamente un’estate calda ma con qualche sporadica precipitazione a fatto si che le uve arrivassero al periodo vendemmiale con una maturazione perfetta ed un ottimo stato sanitario. La vendemmia 2019 è iniziata infatti con 10-15 giorni di ritardo rispetto a quella delle ultime stagioni ma se vogliamo andare più indietro nel passato si tratta di tempistiche normali delle vendemmie negli anni 80- 90 quando ilRead More →